January 7, 2020

Luca Turilli’s Rhapsody – Notturno Lyrics

By Azlyrics

“Who looks outside, dreams; who looks inside, awakes”
(-Carl Gustav Jung (1875-1961)-)

Dell’ombra colgo
Sintesi di istinto e vacuità
Ambiguo e stanco
Muovo ingrato a rea caducità

Aura noctis

Carpe noctum ad lucem (ad noctem)
Al tuo imbrunir il residuo lucente
Di intuito e celeste pietà – lesa maestà
Prudente vanto, tuo cordial silenzio

Timida (a te)
Languida (ancor)
Limpida (verrò)
Fidati
Tenera (io so)
Ruvida (ch’or tu)
Pavida (mi vuoi)
Cercami

Io vivrò, morirò
(Vivo, muoio.)
E di te svelerò
(Di te svelo)
Sacro e profano
Mistero di vita e di morte
Ch’or turbi il mio sé
Notturno

Carpe noctem ad lucen (ad noctem)
Fuggente assioma che in mal celato inganno
Ti lasci svelare da me – tremo al perché
Con passo incauto, mai sopito afflato

Timida (a te)
Languida (ancor)
Limpida (verrò)
Fidati
Tenera (io so)
Ruvida (ch’or tu)
Pavida (mi vuoi)
Cercami

Io vivrò, morirò
(Vivo, muoio.)
E di te svelerò
(Di te svelo)
Sacro e profano
Mistero di vita e di morte
Ch’or tempri il mio (io)

Io vivrò, morirò
(Vivo, muoio.)
E di te svelerò
(Di te svelo)
Sacro e profano
Mistero di vita e di morte
Ch’or tempri il mio (io)
Mistero di vita e di morte
Ch’or, t’arrendi a me
Notturno

Notturno